Arte

A Torino in mostra gli scatti di Lisette Model e Horst P. Horst


Camera – Centro Italiano per la Fotografia inaugura la stagione espositiva con due mostre dedicate a due importanti fotografi: Lisette Model e Horst P. Horst


 

TORINO – Camera – Centro Italiano per la Fotografia inaugura la propria stagione di mostre 2021 con una doppia personale dedicata a due importanti fotografi Lisette Model e Horst P. Horst, riprendendo il filone espositivo dedicato ai grandi autori della storia della fotografia del XX secolo. Un ciclo – iniziato con la mostra su Carlo Mollino (2018) e proseguito con quella sull’opera di Man Ray (2019) – che offre lo spunto non solo per indagare il genio dei maestri, ma anche per apprezzare le diverse declinazioni artistiche nell’uso del linguaggio fotografico: dall’architettura al ritratto, dalla fotografia di strada a quella di moda.

Attraverso il format CAMERA DOPPIA, il centro espositivo di via delle Rosine 18 a Torino presenta al suo pubblico, dal 28 aprile al 4 luglio, le personali Street Life dedicata a Lisette Model e Style and Glamour dedicata a Horst P. Horst: ironica e dissacrante street photographer lei e genio della fotografia di moda lui, punti di riferimento nello sviluppo del proprio specifico genere fotografico ed ispiratori di intere generazioni.

Nonostante l’avvicinamento al mondo della fotografia inizi per entrambi a Parigi negli anni Trenta, il loro atteggiamento nei confronti dei soggetti ritratti è totalmente opposto: se per l’autrice austriaca i soggetti ritratti diventano caricature di sé stessi, emblema di una società goffa e decadente, per l’autore tedesco le proprie modelle rappresentano un’eleganza senza tempo, dai richiami classici e dalla bellezza statuaria. Anche per questo le mostre si presentano come una doppia occasione per scoprire due grandi protagonisti della storia del linguaggio fotografico in grado di rilevare la ricchezza culturale dei decenni in esame. Le mostre sono accompagnate da due cataloghi, pubblicati da Silvana Editoriale.

“La fotografia, sempre testimone dei tempi, di quelli felici e di quelli cupi, del mondo della strada e dei locali notturni, e di quello ovattato della moda e del jet set: così ripartiamo, speriamo definitivamente, dopo i nostri tempi cupi, immaginando quelli felici – commenta il direttore Walter Guadagnini durante la conferenza online di presentazione. Accompagnati da due straordinari rappresentanti del secolo scorso, protagonisti di una delle stagioni culturalmente più feconde del Novecento, gli anni Trenta, in bilico tra l’esaltazione della modernità, il ritorno alla classicità e il baratro delle dittature e della guerra.”

“CAMERA celebrerà la primavera, e con essa, ci auguriamo tutti, un lento ritorno alla normalità, – afferma il presidente Emanuele Chieli – presentando una grande doppia mostra all’insegna dell’ironia e dell’eleganza: il modo giusto, riteniamo, per lasciarci progressivamente alle spalle questi difficili mesi. Lo faremo ospitando i capolavori di due maestri del passato, molto diversi tra loro, ma entrambi capaci di ritagliarsi un ruolo importante nella storia della fotografia e capaci di influenzare, con la loro arte, successive generazioni di fotografi.”

Per info su orari, prenotazioni, misure di sicurezza e altro: www.camera.to |camera@camera.to

 

© Riproduzione riservata


Leggi anche gli articoli: 

Il Museo Novecento di Firenze riapre proponendo quattro mostre

Van Gogh: otto pittori italiani interpretano temi cari all’artista


 

About Author

Comment here

due × cinque =