Arte

Alla Galleria Art GAP la mostra IN_visibili di Monticelli & Pagone


IN_visibili di Monticelli & Pagone indaga il comportamento della società contemporanea in cui l’individuo per sentirsi parte di tutto si conforma all’immagine e ai consumi


 

ROMA – In occasione della settimana dell’arte contemporanea romana, la galleria Art GAP presenta la mostra IN_visibili di Monticelli & Pagone, a cura di Federica Fabrizi. La mostra apre oggi 23 ottobre e sarà visitabile fino al 4 novembre 2021. Inoltre, per l’evento RAW 2021, sabato 30 ottobre dalle 18:00 alle 19:00 avrà luogo un piccolo concerto in cui si esibiranno Alessio Toro e Alistair Drummond Petrie sulle musiche composte da Pasquale Sabatelli.

La tematica di IN_visibili di Monticelli & Pagone

Alessandro Monticelli e Claudio Pagone riflettono sul comportamento umano nella società contemporanea, in cui ogni individuo è definito dal gruppo di appartenenza. L’uomo, per sentirsi parte di un tutto, tende a comportarsi diversamente da come farebbe normalmente per non sentirsi diverso, perdendo la sua unicità che lo contraddistingue. Rafforzamento della percezione di sé, non come individuo, ma come elemento integrante del gruppo. Le macchie di Rorschach nelle opere di Monticelli & Pagone divengono individui anonimi, senza volti, che esistono in funzione del loro doppio. Un positivo relegato a mera copia abbellito da abiti alla moda per la necessità di conformarsi alla società dell’immagine e dei consumi. Deindividualizzazione come deprivazione delle caratteristiche individuali.

La mostra

Il duo sulmunese mediante pennellate gestuali e materiche definisco uno spazio senza tempo lo spazio è senza tempo, o meglio un non-luogo, in cui l’essere umano prova un senso di frustrazione, impotenza e claustrofobia. Sensazioni che favoriscono la deumanizzazione, il disimpegno sociale, l’anonimato e la deindividualizzazione dell’altro. Del resto siamo in un ‘epoca frenetica, in cui tutto sembra mutare da un momento all’altro. Dove non ci sono più riferimenti e sicurezze ma solo dei copioni standardizzati, dettati dalla moda e dal consumismo. I quali lasciano gli individui vivere nell’illusione di essere liberi ma in realtà sono soggetti passivi plasmati dagli stereotipi sociali, finendo per essere degli esseri intellettualmente invisibili.

Il duo di artisti

Alessandro Monticelli (1973) e Claudio Pagone (1976) dal 1999 sono un duo che lavora come un singolo. Vivono e lavorano tra Sulmona e Roma. Le loro opere sono la convergenza di un procedimento che parte da percorsi diversi canalizzati in un’unica destinazione da cui si origina il loro brand-binomio M&P: la sophisticated NeoPop Art. Nelle loro opere la provocazione è sempre dietro l’angolo. Infatti grazie a diverse opere di denuncia sociale come La Venere dell’Immondizia, molto apprezzata da Pistoletto stesso, e le 500 multe a regola d’arte, hanno scatenato reazioni nel sistema massmediatico grazie al quale hanno raggiunto una diffusa notorietà nel mondo dell’arte contemporanea conquistando pubblico e critici.


Immagine d’apertura
: Ror G8 acrilico e pastello


Ti potrebbero interessare anche:

Piano di fuga / Escape Plan: la mostra del collettivo Creative Contagion

WOMAN’S WORLD Il mondo con gli occhi delle donne

© Riproduzione riservata


 

Comment here

venti − otto =