Arte

Allo Spazio A di Firenze si parla di Pollock e Koons

Pluto and Proserpina di Jeff Koons a Firenze
Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
×
Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

di redazione

Firenze, giovedì 25 febbraio 2016 –

Allo Spazio A, di lungarno Benvenuto Cellini 13a, prosegue il ciclo di incontriContaminazioni’. L’ospite di questo venerdì, il 26 febbraio, non sarà l’architetto Pietro Giorgieri, come era previsto, ma Sergio Risaliti che terrà la conferenza “Da Pollock a Koons”.

Pluto and Proserpina di Jeff Koons a FirenzeSi tratta di un excursus sugli artisti contemporanei portati a Firenze negli ultimi anni, che hanno trovato posto nei luoghi simbolo dell’arte cittadina, in un continuo dialogo tra antico e contemporaneo. “Piuttosto che un museo di arte contemporanea, è la città – centro d’arte mondiale – ad aprirsi al contemporaneo” ha spiegato Risaliti. Incursioni che spaziano tra moderno, modernismo e post-moderno, per aggiornare e re-inventare il rapporto con il passato, promuovendo nuove letture e interpretazioni dell’antico. Nella conferenza, che si terrà alle ore 17.30 come sempre, si parlerà dunque della mostra che nel 2014 ha accostato Jackson Pollock a Michelangelo, in palazzo Vecchio, e dell’evento che ha portato Jeff Koons lo scorso anno in piazza della Signoria, proprio di fianco alla statua del David, ma anche degli interventi di Mimmo Paladino in città e del riposizionamento del David sugli sproni del Duomo, come previsto originariamente, durante Florens 2010.

Sergio Risaliti (Prato 1962) è salito alla ribalta della nuova generazione di critici italiani come direttore artistico di Palazzo delle Papesse, il Centro comunale per l’arte contemporanea istituito dal Comune di Siena con sede in un antico palazzo restaurato e ristrutturato, negli anni di fondazione e di esordio, fra il 1998 e il 2001. L’ideazione di eventi di grande richiamo (personali di Dine, Bacon, Beuys, Burri, mostre storiche come “Savinio-Pascali”, collettive su temi contemporanei, aperture a collezioni straniere di prestigio come quella della parigina Fondation Cartier), l’edizione non solo di cataloghi ma di libri sull’attualità culturale (“Espresso. Arte oggi”, ed. Electa 2001), l’organizzazione di convegni internazionali come quello dell’IKT (International Association of Curators of Contemporary Art), hanno lanciato Siena fra i centri di maggiore richiamo in Italia per il contemporaneo. Dal 2001 Risaliti ha iniziato a curare mostre ed eventi per le istituzioni di Firenze, da solo (“Boom”, “Working”, “Insider”) o in collaborazione con Achille Bonito Oliva (“Belvedere dell’Arte/ Orizzonti” 2003. Ha curato “Eco e Narciso”, 12 installazioni di altrettanti noti artisti negli ecomusei della provincia di Torino. Recentemente ha curato le mostre personali a Forte di Belvedere di Giuseppe Penone (“Prospettiva vegetale”, 2014) e di Antony Gormley (“Human”, 2015).

 

CONTAMINAZIONI

Gli appuntamenti del mese prossimo:

venerdì 4 marzo ore 17.30 – Incontro con Mirella Branca
Il sistema comunicativo della stazione di Santa Maria Novella: modernità e tradizione nella Firenze degli anni Trenta

Venerdì 11 marzo ore 17.30 – Cinema d’architettura
In collaborazione con Lo Schermo dell’Arte

venerdì 18 marzo ore 17.30 – Incontro con Francesco Gurrieri
Le stazioni a Firenze prima di Santa Maria

 

About Author

Comment here

12 − 4 =