Arte

“Andy is back”, sindaco Manfredi: “la forza di Napoli è nella cultura”

Il sindaco Gaetano Manfredi ha inaugurato la mostra “Andy is back”, dedicata a Andy Warhol, durante la cerimonia ha sottolineato la strada per il rilancio artistico della città


 

NAPOLI – Il 16 aprile è stata inaugurata a Palazzo delle Arti Napoli la mostra “Andy is back” (qui -> l’articolo)  dedicata a Andy Warhol e al suo legame con la città partenopea.
Alla cerimonia inaugurale della mostra, in programma fino al 31 luglio 2022, prodotta da Navigare srl e curata da Edoardo Falcioni per Art Motors con il patrocinio del Comune di Napoli, hanno partecipato il sindaco Gaetano Manfredi e numerose personalità partenopee.
Durante la cerimonia, il sindaco ha sottolineato il legame della città con l’artista americano Andy Warhol, che spesso ha soggiornato a Napoli e alla quale rese un tributo realizzando l’opera Vesuvius.

Le dichiarazioni del sindaco Gaetano Manfredi

La concomitanza dell’apertura della mostra e la pubblicazione della pagina storica de Il Mattino, con il titolo “Fate Presto” esposta in una delle 12 sale, è stata l’occasione colta dal sindaco Manfredi per rilanciare, attraverso la cultura, la città partenopea.
“C’è un rapporto molto stretto – ha detto il sindaco di Napoli – e questo rapporto rappresenta anche una fase della nostra città importante, una fase di grande creatività ma anche di grande apertura verso quelli che erano i grandi percorsi culturali e artistici internazionali. Il periodo di Lucio Amelio è l’età delle grandi persone e dei tanti artisti che sono arrivati a Napoli portando idee, portando novità, e quindi questo è anche un momento che noi dobbiamo ricordare perché questo è un insegnamento per il presente e per il futuro di quella che deve essere la Napoli che tutti noi vogliamo, cioè quella di una Napoli aperta alle grandi esperienze internazionali proprio per portare la sua creatività nel mondo”.  

 

   Particolare della mostra Andy is back © PAN, Napoli

 

La mostra

Andy is back propone un’esposizione ricca con oltre 130 tra disegni, oggetti autografati, serigrafie, fotografie, provenienti da collezioni private, oltre alla ricostruzione della celebre Silver Factory newyorkese. 
“Sì, questo è un segnale molto bello per tutti noi perché questo ci fa capire quanto Napoli sia amata nel mondo, quanto desiderio di Napoli ci sia nel mondo – sottolinea Gaetano Manfredi – quindi questo ci dà una grande responsabilità perché abbiamo un patrimonio nelle mani che dobbiamo valorizzare e, soprattutto, dobbiamo aprire al mondo. I tanti turisti internazionali presenti in città ci testimoniano in maniera concreta quanto Napoli sia importante e quanto Napoli sia amata”.

La forza di Napoli per Manfredi

Durante la cerimonia inaugurale della mostra, il sindaco Manfredi ha evidenziato poi l’importanza della cultura per la promozione della città di Napoli che per il sindaco, “può contare anche su ulteriori punti di forza”.
La forza di Napoli è la sua arte, la sua storia, la sua creatività ma anche la sua contemporaneità” – sottolinea il sindaco. “Il fatto di essere una città di grande tradizione storica ed artistica e di essere sempre aperta al cambiamento, e a quelle che sono le nuove tendenze artistiche, ne fanno un unicum a livello internazionale e proprio su questa cifra culturale noi dobbiamo puntare per il futuro, perché solo così noi riusciremo a mantenere e rafforzare questo grande brand internazionale che è Napoli nel mondo”.

 

Immagine d’apertura: una delle sale della mostra “Andy is back” © PAN, Napoli


Ti potrebbero interessare anche:  

Grande successo di pubblico per “Donne nell’arte da Tiziano a Boldini”

Gustav Klimt: la grande mostra alla Galleria Ricci Oddi di Piacenza

© Riproduzione riservata

Comment here

cinque × 2 =