Cultura

Appunti per una visita guidata al Museo Pasolini con Ascanio Celestini


Giovedì 10 giugno diretta radiofonica live con Ascanio Celestini dal MAMbo di Bologna in onda su NEU Radio


 

BOLOGNA – L’Istituzione Bologna Musei accoglie Ascanio Celestini negli spazi espositivi del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna che si fanno teatro della sua ricerca per la creazione di un possibile Museo Pasolini.
Giovedì 10 giugno 2021 tra le h 18.00 e le 20.00 l’artista condurrà una speciale visita guidata in tre repliche attraverso i microfoni della web radio NEU Radio (www.neuradio.it) in diretta dallo studio del MAMbo. La narrazione di Ascanio, in versione speaker radiofonico e inviato speciale dalle sale espositive, potrà essere seguita dal pubblico attraverso il proprio smartphone o da altro device e ci sarà la possibilità di interagire telefonicamente rispondendo alla domanda di Celestini: “cosa dovremmo vedere nel Museo Pasolini?”

Il progetto

Il progetto di Mismaonda, in collaborazione con Istituzione Bologna Musei | MAMbo e NEU Radio, è realizzato nell’ambito di Bologna Estate 2021 ed è preliminare a uno spettacolo e a un documentario. Il progetto vuole inseguire la suggestione che ha ispirato Celestini: entrare all’interno di un museo per immaginare cosa dovrebbe contenere uno spazio espositivo dedicato a Pier Paolo Pasolini.

Ma come potrebbe essere un museo incentrato sulla figura di Pasolini?

Come si sa Pierpaolo Pasolini è nato a Bologna e qui ha frequentato il liceo Galvani e seguito i corsi universitari. Con Roberto Roversi e Francesco Leonetti ha fondato la rivista di poesia Officina. Grazie alla Libreria Antiquaria Mario Landi ha dato alle stampe la sua prima raccolta di poesie Poesie a Casarsa, in dialetto friulano. Il portico dei Servi di Strada Maggiore è una delle location in cui Pasolini gira l’epilogo di Edipo Re, film che il regista ha definito la sua “autobiografia in chiave mitica”. Inoltre la biblioteca della Fondazione Cineteca di Bologna è sede del Centro Studi/Archivio Pier Paolo Pasolini, donato nel 2003 da Laura Betti, in cui sono conservati i documenti originali relativi alle sue opere cinematografiche: foto di scena, sceneggiature, ritagli stampa, oltre a rari documenti audiovisivi.

Il progetto

Come dice Vincenzo Cerami: “Se noi prendiamo tutta l’opera di Pasolini dalla prima poesia che scrisse quando aveva 7 anni fino al film Salò, l’ultima sua opera, noi avremo il ritratto della storia italiana dalla fine degli anni del fascismo fino alla metà degli anni ’70. Pasolini ci ha raccontato cosa è successo nel nostro paese in tutti questi anni”.
L’idea di Ascanio Celestini è proprio quella di ricostruire quella storia attraverso la paziente raccolta di cimeli, storici, artistici, sentimentali, per strutturare narrativamente un ipotetico Museo Pasolini. 

Info

Per il pubblico è possibile seguire Appunti per una visita guidata al Museo Pasolini con Ascanio Celestini attraverso il proprio device sia in presenza dalle sale espositive (posti limitati prenotazione consigliata) oppure a distanza senza limitazioni. Attraverso l’app di NEU Radio, scaricabile dal sito www.neuradio.it, dalle h 18.00 alle 20.00, oppure in presenza le cui modalità le potete trovare qui www.mambo-bologna.org oppure scrivendo all’email: info@mismaonda.eu.


Immagine d’apertura
: Ascanio Celestini

© Riproduzione riservata


Leggi anche gli articoli: 

Da Museo a Museo: sei giornate in bicicletta alla scoperta di musei e canali

Musica e Pittura: il Piano optofonico e il colore del suono


 

About Author

Comment here

17 − nove =