Arte

Arte Fiera, dal 27 al 30 gennaio la 41esima edizione

Arte Fiera
Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
×
Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

di arte fair

Bologna, martedì 17 gennaio 2017 –

Manca poco allo storico e grande appuntamento con l’arte. Precisamente con Arte Fiera che si svolge dal 27 al 30 gennaio a Bologna.

Arte FieraGiunta alla sua 41esima edizione, la kermesse di arte moderna e contemporanea porterà nei padiglioni di BolognaFiere numerose novità. A incominciare dalla nuova direzione che affidata ad Angela Vettese, e la nuova veste grafica, completamente rinnovata e dal tema Arte è Natura. La grafica, progetto di Andrea Lancellotti (Studio Lancellotti, Milano), punta infatti a mettere in evidenza ciò che da sempre contraddistingue il fare artistico: da un lato la natura nelle sue molteplici forme, dall’altro la capacità umana di circoscriverla e ripensarla, accettandone con flessibilità mentale anche i lati più perturbanti.
Tante le sezioni, che si sviluppano lungo i grandi padiglioni del Quartiere Fieristico e in cui si articolano le esposizioni, e quindi le proposte, della 153 Gallerie d’arte che vi partecipano.  
Sono previste una MAIN SECTION e una serie di SOLO SHOW, scelte entrambe dal direttore artistico e da un Comitato di selezione composito, costituito dai galleristi Laura Trisorio, Studio Trisorio, Napoli; Marco Niccoli, Galleria Niccoli, Parma; Massimo Di Carlo, Galleria dello Scudo, Verona, Alessandra Bonomo, Galleria Alessandra Bonomo, Roma. A ulteriore garanzia della qualità delle proposte, sono state coinvolte figure estranee al mercato dell’arte, come il curatore Roberto Pinto (Docente di Storia dell’Arte Contemporanea, Università di Bologna) e la storica dell’arte Maria Grazia Messina (Docente di Storia dell’Arte Contemporanea, Università di Firenze e Presidente del Comitato Tecnico Consultivo Arte e Architettura contemporanee Periferie Urbane, Ministero dei Beni Culturali e del Turismo).

Le Sezioni:
Arte Fiera mercato sarà completata da una piccola sezione di nuove proposte a cura di Simone Frangi, intitolata NUEVA VISTA e dedicata ad artisti meritevoli di una rilettura critica e non necessariamente giovani. un progetto che rifletta sull’intricata e controversa relazione tra ricerca artistica e mercato.  
Altra sezione è Special Projects, a cura di Chiara Vecchiarelli, porterà invec la performance in fiera al MAMbo e nei musei scientifici della città con una serie di artist lectures, in modo da far entrare in dialogo le opere e le collezioni dei musei scientifici della città. Altra novità lo dà ‘Un Nuovo sguardo al mondo indipendente’, ovvero alla fotografia. Arte Fiera 2017 infatti intraprende un esperimento che mette in luce il mondo indipendente della fotografia e dell’arte, nel tentativo di eliminare il confine tra le due discipline, trovando tra queste uno spazio di condivisione. Il pensiero che orienta lo sguardo a questo settore della produzione, all’interno del mondo dell’arte, della fotografia e dell’editoria, è guidato dall’idea che nella storia più recente buona parte del dibattito provenga dagli spazi indipendenti e underground. Per cercare di trasformare questa posizione in un prodotto visibile con il quale il pubblico possa interagire, Arte Fiera ha scelto quattro momenti:

Mostra GENDA – THE BODY AS PACKAGING, un progetto editoriale indipendente e curatoriale. Si tratta di una rivista con una doppia redazione in Italia e in Cina ed è edito da A+Mbookstore. Raccoglie contributi di artisti cinesi e occidentali nella ricerca di produrre e verificare l’esistenza di un reciproco dialogo (www.gendamagazine.com);
PRINTVILLE, è il bookshop che intende mostrare le produzioni contemporanee italiane e straniere più attuali nel mondo dell’arte e della fotografia, produzioni che provengono per la maggior parte da editori indipendenti, che, in genere, lavorano in piccoli team e con tirature di stampa che raggiungono al massimo i 500 esemplari. Il bookshop sarà curato da A+Mbookstore con Humboldt Books;

TALKS, autori, curatori, editori, galleristi e collezionisti discutono la questione del progetto contemporaneo;  come le collaborazioni, le traduzioni e i linguaggi della produzione indipendente hanno trovato spazio all’interno delle istituzioni e del mercato.;
AGENDA INDIPENDETS, è una mostra che presenta le opere di Franco Ariaudo, Alessandro Calabrese, Stefano Canto, Feng Chen, Kenta Kobayashi, Giuseppe De Mattia, Pedro Hernandez, Joanna Piotrowska, e Alberto Sinigaglia. Con il tentativo di mappare una serie di esperienze riconosciute come fondamentali all’interno del panorama artistico contemporaneo, la mostra nasce dall’incontro tra alcune gallerie italiane ed internazionali, accomunate da una stessa particolare sensibilità ed attenzione nei confronti della fotografia e dei suoi recenti sviluppi. Selezionate sulla base della qualità della loro ricerca, Capsule, Colli Independent, G/P Gallery, Madragoa, Materia, Metronom, Pedro Alfacinha e Viasaterna, sono state invitate a prendere parte a un’esposizione che da un lato si pone come una vera e propria ricognizione per indagare le sempre più frequenti contaminazioni tra la fotografia e gli altri linguaggi dell’arte, e dall’altro mira a rendere prova della positiva frammentazione di uno scenario decisamente unico.

Tra le tante cose, confermati anche quest’anno i Premi di Arte Fiera.
Il Gruppo Euromobil, main sponsor di Arte Fiera Bologna, promuove la 11esima edizione del Premio Euromobil under 30 riservato agli artisti presentati dalle gallerie della Fiera. Il Premio della Giuria di Esperti sarà assegnato sabato 28 gennaio alle ore 16.00. Un secondo riconoscimento verrà attribuito direttamente dal pubblico (Premio Speciale del Pubblico) all’opera (e quindi all’artista) che avrà ottenuto il maggior numero di voti dai visitatori di Arte Fiera, sommati inoltre ai voti che chiunque potrà esprimere, visionando le immagini delle opere in concorso pubblicate sul sito. Torna anche il Premio della Fondazione Videoinsight®, alla terza edizione, che sarà assegnato da Rebecca Russo – Presidente della Fondazione Videoinsight, collezionista mecenate e ideatrice del Metodo Videoinsight® – e andrà all’opera esposta che più promuove negli spettatori la “cura di sè” e la vita come ricerca, secondo il pensiero di Michel Foucault. Videoinsight® significa presa di coscienza profonda ed evolutiva che coinvolge mente e affettività, ottenuta attraverso la visione di selezionate opere d’arte contemporanea.  All’installazione più creativa presentata ad Arte Fiera è dedicata invece la sesta edizione del Premio Rotary Valle del Samoggia. Il Premio, istituito per promuovere la cultura dell’arte contemporanea fra le giovani generazioni e per divulgare i principi del Rotary, si avvale di una stretta collaborazione con il Distretto Rotary International 2072 Emilia-Romagna e San Marino, con il Rotaract Bologna e con la Libera Accademia di Studi Caravaggeschi “Francesco Maria Cardinal del Monte”. Il premio consta di un riconoscimento e di una somma in denaro che verranno consegnati alla galleria vincitrice.

Accanto all’offerta espositiva di Arte Fiera 2017, da venerdì 27 a domenica 29 gennaio la città tornerà protagonista per la quinta edizione di ART CITY Bologna, il programma di mostre, eventi e iniziative culturali nato dalla collaborazione tra Comune di Bologna e BolognaFiere per offrire nuove opportunità di scoperta e conoscenza del patrimonio artistico diffuso attraverso la contaminazione con il contemporaneo. 

About Author

Comment here

nove + 4 =