Primo Piano

Bronzetto etrusco del II sec a C recuperato dai Carabinieri Tpc di Udine

Il bronzetto etrusco del II secolo a. C., finito nel giro del mercato nero di opere d’arte, sarà consegnato domani alla direttrice del Museo di Chiusi 

 

 

UDINE –  E’ uno dei tantissimi reperti archeologici trafugati nell’ambito di scavi clandestini. Ma per fortuna è anche uno dei quei casi di recupero di antiche opere d’arte.
La “Figura maschile orante con patera”, un prezioso bronzetto etrusco risalente al II secolo a.C.
E’ alta 15 cm ed è un’opera dalla manifattura di eccezionale pregio e rarità. Fa parte di una serie di esemplari limitati che derivano da una matrice a fusione unica, alcuni dei quali esposti nei musei d’Oltreoceano.sarà consegnata domani, giovedì 1 ottobre, alla direttrice del Museo di Chiusi, Maria Angela Turchetti dal comandante del Nucleo dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale di Udine, il maggiore Lorenzo Pella. Presenti anche il comandante provinciale dei Carabinieri di Siena, colonnello Nicola Ferrucci, del direttore regionale dei Musei della Toscana, Stefano Casciu, del sostituto procuratore della Repubblica di Udine Elena Torresin.

 

Il ritrovamento della “Figura maschile orante con patera

Il bronzetto etrusco è stato recuperato dai Carabinieri del Comando per la Tutela del Patrimonio Culturale nel corso di indagini. A seguito delle quali è stato accertato che il manufatto, dal valore di mercato di 80 mila euro, è stato prima commercializzato in Friuli e poi, dal 1998, da un antiquario in Veneto.
Nel corso degli anni, l’opera è passata tra le mani di più proprietari dal Friuli al Veneto e viceversa.
Nel febbraio del 2019 viene individuata dai Carabinieri del Nucleo Tpc di Udine sul sito web di un’attività friulana di antiquariato. Dopo le verifiche effettuate in collaborazione con il Museo Nazionale Etrusco di Chiusi, la Procura della Repubblica di Udine ha emesso un decreto di sequestro del bronzetto etrusco. Le indagini dei Carabinieri, tuttora in corso, hanno portato quindi alla denuncia di due esercenti per ricettazione, e ora mirano a risalire alla filiera criminale.

 

Immagine d’apertura: il Bronzetto etrusco recuperato dal Nucleo Carabinieri Tpc

© Riproduzione riservata

About Author

Comment here

due × cinque =