Primo Piano

Chiusa The Floating Piers di Christo, grande successo di pubblico

Passerella Christo ph Ansa
Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
×
Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

di redazione

Brescia, lunedì 4 luglio 2016 –

E’ stata chiusa ieri The Floating Piers, la passerella sul lago d’Iseo che dal 18 giugno ha collegato Sulzano con Monte Isola passando per l’isola di San Paolo.

Passerella Christo ph AnsaLa land art popolare si è chiusa con un grande successo di pubblico, più di quanto ci si aspettava, e con una gran folla di persone registrate anche per l’ultima giornata, che ha visto anche la presenza del suo creatore Christo Vladimirov Yavachev. La chiusura definitiva è avvenuta alle 2 di notte, dopo 16 giorni e 1,3 mln di persone che non hanno resistito alla tentazione di provare la sensazione di passeggiare sulle acque del lago d’Iseo. Inizialmente era stata stimata una presenza di circa 45 mila persone al giorno, e invece, nonostante lo zampino meteorologico, la media è stata di circa 70 mila presenze al giorno. In sostanza quanto aveva previsto lo stesso Christo, a poche ore dalla sua apertura inaugurale, si è avverato. Aveva detto infatti che è “un’opera libera e gratuita, accessibile 24 ore al giorno, condizioni meteo permettendo, senza proprietari”. E così è stato: The Floating Piers è stata un’opera di land art popolare accolta con grande entusiasmo. Sia le condizioni meteorologiche i alcuni giorni e la chiusura notturna del ponte galleggiante il 23 giugno, per permettere la manutenzione e la pulizia di Monte Isola, non ha scoraggiato il grande afflusso di persone.
Grande successo, anche se non sono mancate alcune critiche. In queste due settimane infatti c’è chi ha espresso preoccupazione per l’impatto che la struttura di polietilene, nylon e blocchi di cemento potrebbe avere sul delicato ambiente del lago d’Iseo, le cui acque hanno già alti livelli di contaminazione batteriologica (a ribadirlo è stata Legambiente nei giorni scorsi dopo le analisi della Goletta dei laghi). Qualcun altro invece ha messo in dubbio che si tratti proprio di arte. Altri ancora si stanno domandando se in qualche modo l’opera potrebbe lasciare dietro di sé un miglioramento del sistema economico e turistico del Sebino. Domande queste cui solo il tempo potrà rispondere, con un bilancio vero e proprio che si potrà fare solo a opera smantellata. Smantellamento iniziato già nelle prime ore di questa mattina, durante cui sono stati smontati 20 metri di passerella, in modo da impedrne la percorribilità. Comunque sia quello che più di ogni altra cosa resta sotto gli occhi di tutti è il successo di popolo che l’opera di Christo ha ottenuto.
  

Salva

Salva

About Author

Comment here

tre × tre =