Primo Piano

Coronavirus: chiusi fino al 3 aprile musei, parchi archeologici e tutti i luoghi della cultura

In base alle nuove disposizioni del DPCM 8 marzo 2020, da oggi e fino al 3 aprile restano chiusi musei, parchi archeologici, teatri, cinema, archivi e biblioteche di tutto il territorio nazionale.

 

di redazione

ROMA – “Da oggi in tutta Italia saranno chiusi cinema, teatri, concerti, musei. Una scelta necessaria e dolorosa. Ma la cultura può arrivare nelle case. Chiedo alle tv di programmare musica, teatro, cinema, arte e a tutti gli operatori culturali di usare al massimo i loro social e siti”. E’ quanto ha dichiarato su Twitter il ministro dei beni culturali Dario Franceschini. Da questa mattina in ottemperanza alle nuove misure di contrasto e contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Covid-19, chiudono Musei civici, siti archeologici – compresi Pompei, Oplontis, Stabia e Boscoreale e quelli capitolini come il parco archeologico del Colosseo – e i luoghi della cultura, come archivi e biblioteche, cinema e teatri. E’ stata stabilita la chiusura fino al 3 aprile 2020.
La Presidenza del Consiglio dunque ha adottato a partire dall’8 marzo 2020 nuove misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica COVID-19 nelle cosiddette zone rosse e sull’intero territorio nazionale. In tutta Italia è prevista: la sospensione di manifestazioni, eventi e spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; la sospensione del servizio di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all’’art. 101 del codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (sono quindi inclusi musei, archivi, biblioteche, aree e parchi archeologici).

 

© Riproduzione riservata

 

About Author

Antonella Furci è giornalista pubblicista, autrice del romanzo giallo "Come ombre tra la nebbia" (Streetlib 2019). Ha collaborato con diverse testate giornalistiche calabresi, occupandosi di cultura, politica e problemi sociali. Nel 2015 fonda il sito d'informazione culturale Arte Fair.it

Comment here

venti + cinque =