Arte senza barriereRubriche

Elena Travaini: la ballerina che danza bendata per eliminare ogni barriera

Elena Travaini, ballerina ipovedente, è la fondatrice, insieme al compagno, della Blindly Dancing, ovvero ballare ad occhi chiusi

 


di Rosario Rito



Chi è la ballerina che danza al buio? Il suo nome è Elena Travaini, ipovedente a causa di una grave malattia sin dalla nascita. La passione per la danza e la volontà di abbattere gli ostacoli, ha portato Elena Travaini ha raggiungere grandi traguardi. Insieme ad Antony Carollo, suo compagno sia nel ballo che nella vita, fonda l’Associazione Blindly Dancing, che significa “ballare ciecamente” o “ballare ad occhi chiusi”.

Dal 2013 ad oggi ha già fatto danzare al buio oltre 120.000 persone diventando un vero e proprio metodo di insegnamento attraverso cui gli allievi seguono bendati le indicazioni dei maestri. L’idea nasce dal voler abbattere le differenze nella danza è alla base del progetto: “ballando bendati non esiste l’abile o il disabile”, afferma Elena in un’intervista ai giornali qualche tempo fa.
Oggi, Elena Travaini e Antony Carollo, che colpiscono per la sintonia dei loro movimenti, sono conosciuti in tutto il mondo partecipando a diverse iniziative internazionali. Insegnano danza non solo ai non vedenti, anche a tutti quelli che vogliono avvicinarsi a questo meraviglioso mondo: e sono in molti a voler imparare a ballare a buio.

Per Elena Travaini la Blindly Dancing è l’unica via possibile, è un modo di vivere, un modo di pensare, un modo di essere. La danza diventa così un qualcosa che unisce tutti, perchè la danza è accessibile a tutti, ai vedenti e ai non vedenti. Non serve una buona vista per creare un’autentica sintonia col proprio corpo.

È questa la sua filosofia di vita, che oltre a condurla a partecipare a diversi programmi televisivi, come Ballando con le stelle, porta lei ed Antony a vincere parecchi premi ed essere molto apprezzati per la capacità di rendere possibile ciò che appare impossibile.
Per questo motivo, auguro a tutti che la determinazione di questa giovane donna e del suo compagno possano essere di stimolo e di esempio a quelle persone che forse troppe volte non riescono a dare valore alla vita mortificando i doni ricevuti.

 

Immagine d’apertura: la coppia Elena Travaini e Antony Carolo a ©Danzainfiera 2019

© Riproduzione riservata


Leggi gli altri articoli dell’autore: 

Caravaggio, ombre e luce in frammenti di vita umana

Felice Tagliaferri: “Bisogna dare forma ai propri sogni”


 

About Author

Comment here

15 + sei =