Primo Piano

Mentre l’Italia copre le sue statue, il Getty Museum le restituisce la Testa di Ade

testa di ade2
Redazione Administrator
Blog di Arte con diverse rubriche di Cultura Made in Italy e Notizie di Arte
×
Redazione Administrator
Blog di Arte con diverse rubriche di Cultura Made in Italy e Notizie di Arte
Latest Posts
  • Salone mobile2019 2
  • Notre Dame fiamme/ph Ansa/Ap
  • Open art foto

di a.f

Roma, giovedì 28 gennaio 2016 –

Mentre l’Italia affonda nel fango del ridicolo e della vergogna in seguito alla decisione di nascondere le statue nude dei Musei Capitolini (motivo: evitare che si scandalizzino le pupille del premier iraniano Rouhani), da Los Angeles arriva la notizia

testa di ade2che il John Paul Getty Museum di Malibu è in procinto di restituirle un prezioso tesoro antico: la Testa di Ade, trafugata a fine anni ‘70 a Morgantina in Sicilia. Ed è qui, nella terra sicula di sua appartenenza, che farà ritorno.
Ma per ironizzare un po’ data la notizia del momento, che ha invaso i social e scandalizzato tutti, – in realtà per non piangere dalla disperazione di vedere questo Paese retto dalla regressione intellettuale e morale – diciamo che “per fortuna non si tratta di una statua di nudo, altrimenti chissà? Magari avrebbero deciso di lasciarla lì a Los Angeles…”

Ma andando al dunque, si tratta di un’opera dallo straordinario valore artistico ed è stata restituita dal Getty Museum alla presenza del Console Generale d’Italia a Los Angeles, Antonio Verde, e delle Autorità giudiziarie e di polizia italiane.
La Testa di Ade, detta anche Barbablù, rientrerà in Italia domani 29 gennaio, e sarà riposizionata nella sua terra di origine, la Sicilia.
Trafugata nei pressi del Santuario extraurbano di San Francesco Bisconti a Morgantina, in provincia di Enna alla fine degli anni Settanta, come avviene in questi casi, il reperto venne esportato illecitamente e venduto al Getty Museum nel 1985 dal collezionista di New York Maurice Tempelsman per la cifra di 500 mila dollari. “Dobbiamo soprattutto all’impegno e alla competenza degli archeologi italiani – ha precisato il Console Generale, Antonio Verde – se da un ricciolo di ceramica blu ritrovato tra i resti degli scavi di frodo a San Francesco Bisconti si è potuto accertare la provenienza della testa dello stesso caratteristico colore custodita al Getty”.

About Author

Blog di Arte con diverse rubriche di Cultura Made in Italy e Notizie di Arte

Comment here

3 × quattro =