Arte

Modena celebra “Elisabetta Sirani. Donna virtuosa, pittrice eroina”


La Galleria. Collezione e Archivio Storico” di BPER Banca dedica una mostra a Elisabetta Sirani, fondatrice della prima Accademia per donne


 

MODENA – A partire da oggi, 17 settembre, fino al 14 novembre 2021, “La Galleria. Collezione e Archivio Storico” di BPER Banca presenta la mostra “Elisabetta Sirani. Donna virtuosa, pittrice eroina”. A cura di Lucia Peruzzi, l’esposizione è allestita presso gli spazi espositivi di via Scudari 9 a Modena.
L’esposizione, inaugurata in occasione della XXI edizione di Festivalfilosofia, affronta il tema della “libertà” attraverso le opere di Elisabetta Sirani (Bologna, 1638-1665). L’artista celebrata dai contemporanei e ricercata dai più grandi collezionisti del Seicento, capace di affermare la propria libertà e autonomia professionale. Ha fondato infatti la prima accademia d’arte per giovani donne in una società dove l’attività artistica era una prerogativa maschile.

Leggi: Elisabetta Sirani: la prima donna che insegnò pittura alle donne

Elisabetta Sirani (1638-1665)

La pittrice si è formata sotto l’egida stretta del padre Giovanni Andrea e in vita viene a lungo celebrata come la reincarnazione artistica al femminile di Guido Reni. La giovane donna riesce però a liberarsi dagli stereotipi e dagli schemi e a superare il limite entro il quale avrebbe voluto tenerla il padre. Fa volare l’immaginazione e inventa un modo tutto suo di usare i pennelli. Ha imparato a muoversi tra deliziosi “quadretti da letto” e la pittura più robusta riservata alle sue donne forti. Da Giuditta a Dalila, da Timoclea a Porzia, nelle quali sembra proiettare la propria rivalsa di pittrice emancipata.

 

Elisabetta Sirani, Autoritratto, 1660, California State Polytechnic University, Pomona

 

“Elisabetta Sirani. Donna virtuosa, pittrice eroina”

La mostra si compone di quattro opere appartenenti alla collezione di BPER Banca e di cinque dipinti provenienti da collezioni private emiliane. “San Giovannino nel deserto”, “La Madonna che allatta il Bambino”, “Venere e Amore” e “Circe” sono alcune tra le opere di Elisabetta Sirani che si potranno ammirare in mostra. L’esposizione è parte di un più ampio progetto di valorizzazione del patrimonio culturale di BPER Banca.
Come dichiara Sabrina Bianchi, responsabile de “La Galleria. Collezione e Archivio Storico”: “l’arte è una forma d’espressione potentissima e da sempre portatrice di messaggi e di pensieri innovativi, capaci di attivare cambiamenti culturali e sociali. La Galleria ci permette di dare voce alla mission del brand BPER Banca, connettendoci alla cultura dei territori. Con la valorizzazione del nostro patrimonio artistico e archivistico, possiamo far conoscere i valori che da sempre sono alla base della nostra azienda».

Per Info, orari e prenotazioni: lagalleriabper.it


Immagine d’apertura
: Elisabetta Sirani, particolare dell’opera San Giovannino nel deserto


Potrebbero interessarti anche: 

A Firenze la mostra “La Festa di Dante. Un viaggio nella Commedia”

Visite guidate a casa Bagatti Valsecchi tra moda e stili di vita di fine ‘800

© Riproduzione riservata


Comment here

1 + 4 =