Arte

Mostra: la bellezza della Natura nelle fotografie di Barbara Dall’Angelo

Fotografia in mostra di Barbara Dall'Angelo

La mostra “Fragile – Handle with care” di Barbara Dall’Angelo, allestita al Margutta Veggy Food & Art, è un omaggio all’amore per la Terra e alla bellezza della Natura


 

ROMA – La mostra fotografica “Fragile – Handle with care” è ideata e organizzata da Barbara Dall’Angelo e Tina Vannini, e curata da Giulia Coccia. Il vernissage contingentato sarà giovedì 13 maggio, alle ore 18.30, presso il ristorante vegetariano il Margutta Veggy Food & Art (via Margutta 118, Roma) dove la mostra sarà visitabile fino a fine settembre.
È un omaggio all’amore per la Terra e alla bellezza della Natura quello che emerge dagli scatti di Barbara Dall’Angelo, artista che della comunicazione attraverso immagini ha fatto la sua vita. I suoi non sono semplici scatti fotografici, ma straordinarie opere d’arte capaci di trasformare la realtà in incanto, la quotidianità in eternità.
Si potranno ammirare circa trenta fotografie, che avranno tre differenti formati e due differenti modalità di stampa. L’ingresso all’esposizione è libero tutti i giorni dalle 10 fino a chiusura. 

   Una delle fotografia in mostra © Barbara Dall’Angelo


Le opere in mostra

Nelle fotografie di Barbara Dall’Angelo la natura è la padrona assoluta del campo visivo. L’occhio della fotografa immortala ciò che le si presenta davanti senza interferire, cogliendo sfumature e luci di quell’attimo perfetto.
La caratteristica principale della fotografa è la ricerca dell’attimo perfetto: la sua minuziosa attenzione per la luce e per il movimento l’hanno portata a collaborare con National Geografic Italia e a realizzare mostre individuali e collettive in tutto il mondo, con riconoscimenti a livello nazionale e internazionale. Le sue opere raccontano contemporaneamente la forza prorompente della vita e la sua delicatezza, la magia dell’ordinarietà e la potenza del tempo.

“L’immagine simbolo – spiega Barbara Dall’Angelo – che abbiamo scelto per la mostra è la danza dell’amore delle gru della Manciuria, scattata in un gelido febbraio ad Hokkaido: uccelli candidi e leggiadri, a rischio di estinzione. In mostra si alterneranno fotografie poetiche ad altre più drammatiche, ma non saranno presenti scatti di denuncia esplicita: l’allarme, quello che può cambiare le cose, nelle mie fotografie vuole nascere dalle considerazioni del singolo e dal suo rapportarsi a ciò che lo circonda”.

Immagine d’apertura: Una della fotografie in mostra © Barbara Dall’Angelo

© Riproduzione riservata


Leggi anche gli articoli: 

Diverse Solitudini: omaggio ai fotografi Giuseppe ed Emanuele Cavalli

AlpiMagia: la mostra fotografica per i 100 anni del CAI Bolzano


 

About Author

Comment here

cinque × tre =