1° mostra "Artisti in cerca di..."Virtual Gallery

Nadia Martorano

 

“Un innocente stupore che cattura lo sguardo e lo porta in mondi lontani ma anche vicini, in luminosi campi colorati, in luoghi incantanti in cui perdersi e ritrovarsi” 

 

   Nadia Martorano

Nadia Martorano è un’artista autodidatta, ma da sempre avverte una particolare attrazione per l’arte, si avvicina al disegno infatti sin da piccola. E’ un talento spontaneo quello di Nadia, che non si basa su regole accademiche, ma su una tecnica libera, autonoma, come si nota ne I miei Papaveri, in cui si coglie uno stile naturale, sempre aperto a nuovi stimoli da sperimentare.
L’uso del colore, le sfumature di pennellate ma anche le applicazione inserite, bastano per mettere in evidenza il tocco di mano innovativo, sicuro e deciso. L’arte di Nadia è aperta quindi, pronta a cogliere il nuovo, il particolare. L’artista inoltre non si ferma a una sola tecnica, ne sperimenta diverse spaziando dalla pittura all’uso di materiali decorativi, dal figurativo all’astratto. 

Nadia Martorano, classe ’79 è nata a Monaco di Baviera dove consegue il Diploma alla Balthasar Neumann Realschule, trasferitasi poi in Italia completa gli studi all’Istituto Tecnico Commerciale.
La pittura di Nadia Martorano accompagna l’osservatore in dimensioni e spazi diversi, sempre nuovi e inaspettati. Un’arte la sua che tende a stupire lo sguardo di chi la osserva. L’arte di Nadia Martorano è dunque un viaggio che cattura l’innocente stupore dello sguardo, condotto in mondi lontani ma anche vicini, in luminosi campi colorati e luoghi incantanti in cui perdersi e ritrovarsi.

Antonella Furci

 

   Nadia Martorano, Il sapore del lusso

 

Addentrarci nell’arte di Nadia è un atto di sorpresa. Quello stupore innocente che ne cattura immediatamente lo sguardo… nel rendersi conto dell’uso del colore, così spontaneo, così elargito senza sprecare una pennellata.
La forza è nella delicatezza nell’affrontare il luogo e il tempo che andrà a rappresentare o meglio dire a vivere in quell’armonia che la porta a intersecare la cromia che racconta.
Nelle sue opere i soggetti raccontati riescono a dare allo spettatore quella serenità nel percorrere l’opera, da stagni che conducono il pensiero a profumi di terre lontane, terre incontaminate che danno quella sensazione, sicuramente nel cuore di ognuno di noi, di poter e saper custodire la nostra amata Terra. E poi perdersi in sterminati prati di papaveri, fiori da sembianze quasi immortali, eterei e delicati ai sensi, tatto che ne accoglie quasi il profumo e nella vista ne trova la pienezza. La natura elemento primario della sua arte, base del suo costrutto e sulla tela ne trova il suo luogo e la sua forma, le radici dei suoi colori, dei suoi fiori cibo per le nostre anime.
Ciro Cianni

 

   Nadia Martorano, Lo stagno incantato

 

Le opere in mostra di Nadia Martorano
1) I miei papaveri, olio su tela, 100 x 70 cm
2) Il sapore del lusso, olio su tela con applicazioni materiche e Swarovski, 120 x 70 cm
3) Lo stagno incantato,olio su tela, 120 x 70 cm

Email artista: martorano.nadia@gmail.com

 

About Author

Comment here

8 + 2 =