Pensieri del giovedìRubriche

ConfrontarSi dall’io all’io

Pensieri del Giovedì

Rubrica a cura di Ciro Cianni

Accomunare parole ed immagini da poter disunire un tutto, appropriandoti di silenti sospiri che il tempo ha lasciato. A cosa stai pensando abbracciandoti a questo cuore che non senti più? Hai parlato al mare dei colori che non trovi?
E linee che non sono dritte come istanti di spazio dominate in curve di donna in piedi dietro il tuo sguardo di una ispirazione che ti sei venduta. Quanti versi sono stati scritti, quanti silenzi sono stati scritti.
Non so, e gli occhi che sono stati chiusi per tanto tempo?
Chi gli ridarà la luce soffocata, rubata e barattata per una gloria… di un applauso. Sillabare il talento per non disperderlo, dissipando scintille confuse con lucciole, stringendole fra le dita, togliendo quella patina leggera… naturale che il giorno e la notte concedono. Seduto a me, baleno all’esterno la voglia di creare, batto a favore di vento la fessura del sole dimenticata aperta dalla luna rimasta sveglia…

Cresco a questo mattino che una stella mi dice. Alzando mani impregno l’aria di vita di splendore al cielo, disegnando note fra pentagrammi che le labbra sussurreranno presto, appena la bianca tela sporca, diventerà… pura, casta di colore, blu, rosso, giallo…
Ora so, il cuore è al suo posto, vedendo i miei occhi chiusi nell’aprirsi dettando un divenire d’amore mai contemplato… seppur anticipando gesti ripetuti all’infinito. Ora so, posso iniziare il nuovo.
Soffiare oltre lo sguardo e abbandonarsi all’ispirazione di tempo e di luogo. Credo nella bellezza e nell’arte… nella poesia. Cosa ci potrà salvare?

© Riproduzione riservata

About Author

Comment here

5 + cinque =