Primo Piano

Recovery: ok dal Cdm per Soprintendenza speciale


Arriva la Soprintendenza unica speciale per il Recovery Plan, via libera anche alla nascita di 4 nuovi musei autonomi


 

ROMA – Il Consiglio dei ministri dà l’ok alla nascita al Ministero della Cultura della Soprintendenza speciale per il Recovery Plan. Una sorta di soprintendenza unica nazionale che si occuperà delle autorizzazioni per le grandi opere e che sarà affidata al dg archeologia e paesaggio. Dal Cdm via libera anche alla nascita di 4 nuovi musei autonomi: un museo nazionale per l’arte digitale, il parco archeologico di Cerveteri, il parco archeologico di Sepino e la Pinacoteca nazionale di Siena.

Il ministro Franceschini

“Con il nuovo Dpcm – spiega il ministro Franceschini – prende il via la Soprintendenza speciale per il PNRR e nascono 4 nuovi istituti autonomi: il Museo dell’Arte digitale, il Parco archeologico di Cerveteri e Tarquinia, il Parco archeologico di Sepino e la Pinacoteca Nazionale di Siena. Viene inoltre istituito l’Osservatorio per la parità di genere che avrà il compito di promuovere questa importante istanza negli ambiti di competenza del Ministero. In questo modo – continua il ministro -il MiBact “si ristruttura per vincere la sfida del Recovery” e prepararsi al futuro.

I musei autonomi

Istituitisi con la riforma Franceschini nel 2014 con l’aggiunta dei nuovi 4, i musei autonomi diventano ora 43. Il Parco Archeologico di Cerveteri e Tarquinia comprende la necropoli della Banditaccia, area iscritta nel 2004 dall’Unesco nella lista del patrimonio dell’umanità, il Museo archeologico nazionale di Tarquinia e la necropoli di Monterozzi. Il Parco Archeologico di Sepino comprende l’omonima area archeologica, con i resti dell’antica città romana e il museo della città e del territorio.
La Pinacoteca nazionale di Siena invece ospita la più importante collezione di dipinti su tavola a fondo oro del Trecento e Quattrocento senese. Infine, il Museo dell’arte digitale sarà dedicato alla produzione e presentazione di contenuti digitali,
importante nello scenario artistico e culturale contemporaneo sempre più digitalizzato. 

Soprintendenza speciale per il Recovery

La Soprintendenza speciale per il PNRR avrà il compito di tutela dei beni culturali e paesaggistici interessati dagli interventi del Recovery plan sottoposti a Valutazione di Impatto Ambientale in sede statale o che rientrino nel territorio di almeno due uffici periferici del Ministero. Il direttore ad interim sarà il Direttore Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del MiC. L’Osservatorio per la parità di genere, composto da quindici membri, avrà compiti di consulenza e supporto nell’elaborazione e attuazione di politiche per la parità di genere nei settori di competenza del Ministero.

© Riproduzione riservata


Leggi anche gli articoli: 

 


 

Comment here

17 − nove =