Cultura

Roma omaggia Gigi Proietti: tributo della street art al grande Maestro

In varie vie di Roma gli street artist hanno realizzato dei murales in omaggio al grande attore e artista Gigi Proietti, scomparso la settimana scorsa

 


 

ROMA – Si fa sempre fatica a rassegnarsi alla scomparsa di chi con il suo straordinario e geniale talento, e una buona dose di umiltà, ha lasciato un segno profondo nel cuore di ognuno. Roma, ma anche l’Italia intera, non dimentica il suo mattatore Gigi Proietti.
Per imprimere per sempre la memoria del genio artistico del Maestro Proietti, il mondo della street art lo celebra nelle varie zone della Capitale. A pochi giorni dalla scomparsa del grande attore e artista, in alcune vie romane il volto sorridente di Gigi Proietti illumina l’atmosfera triste di una Roma che non smetterà mai di rimpiangerlo.
Dalle porte del Teatro Brancaccio al Trullo e al Tufello, tanti gli omaggi degli street artist che hanno realizzato grandi murales in suo ricordo.

 

 

All’ingresso del Gran Caffè Roma, tra via della Tribuna di Tor de’ specchi e piazza dell’Aracoeli, c’è un manifesto della street artist Laika che ritrae sempre Proietti nelle vesti di Mandrake.
Il Gran Caffè Roma nel film Febbre da cavallo di Steno era infatti il bar di Gabriella, fidanzata di Mandrake. “
Un piccolo gesto di riconoscenza per l’ultimo grande Re di Roma”, ha affermato l’artista Laika.
Al Trullo invece c’è un’opera degli street artist Mario D’Amico e Manuela Merlo, ovvero PaT (Pittori anomini Trullo) e Uman art. Mentre al Tufello il Maestro Gigi Proietti è ritratto con il cappello in mano dall’artista Harry Greb. Come già accennato, al teatro Brancaccio emerge invece il murale con un primo piano dell’attore circondato da tantissimi fiori e omaggi dei suoi ammiratori.
Nel frattempo è atteso al Tufello, quartiere romano in cui è cresciuto Gigi Proietti, la realizzazione del murale dello street artist Lucamaleonte. Un murale di 11 metri per 15 su un palazzo Ater di via Tonale. Uno dei palazzi dove Proietti ha trascorso gli anni dell’infanzia.

 

Immagine d’apertura: Murale di Gigi Proietti al Teatro Brancaccio di Roma
Foto ©IlcaffèdiRoma.it

© Riproduzione riservata

About Author

Comment here

11 − 4 =