Arte

Summa Ars: Pescara celebra il maestro Franco Summa

A un anno dalla scomparsa, Pescara omaggia Franco Summa annunciando il Premio Summa Ars e nuove opere in Piazza Sacro Cuore

 


 

PESCARA – Lunedì 25 gennaio, nella splendida cornice della Maison Des Arts della Fondazione Pescarabruzzo, si è svolto il Summa Ars. Un evento organizzato per rendere omaggio all’artista Franco Summa a un anno dalla sua scomparsa. L’iniziativa si è tenuta alla presenza del presidente della Fondazione Pescarabruzzo, Nicola Mattoscio, il sindaco di Pescara, Carlo Masci, la soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio d’Abruzzo, Rosaria Mencarelli, e il presidente della Fondazione Summa, Ottorino La Rocca.

 

“La vita è sogno, la vita è segno”. Le parole del maestro Summa si concretizzano grazie a un prestigioso riconoscimento di interesse culturale ottenuto per lo Studio d’Artista ‘Franco Summa’ di via G. D’Annunzio, 81 a Pescara.
“Lo studio di Franco Summa è importante per la collettività in genere, – ha affermato la soprintendente Rosaria Mencarelli – perché ci porta a conoscenza di come si è evoluta la sua arte, sempre in dialogo con la città”.

 

“Summa era l’uomo del colore” – ha dichiarato invece il sindaco di Pescara Carlo Masci. “Il mondo, soprattutto in questo delicato momento storico, ha bisogno di colori” – ha aggiunto poi il sindaco confermando che il consiglio comunale “ha votato all’unanimità un ordine del giorno che prevede la realizzazione a Pescara della Porta del Mare”.

 

   Franco Summa, Il giardino incantato

 

Durante il Summa Ars, il presidente Nicola Mattoscio ha presentato le Fanciulle di Franco Summa che saranno realizzate in acciaio e decorate con codici colori indicati dal maestro. Le Fanciulle di Summa saranno esposte in Piazza Sacro Cuore, nella quale si vuole riconciliare la modernità con la profondità del classicismo. Si tratta di due opere di circa 5 metri collocate nel cuore pulsante della città.

 

“E’ obbligo morale portare a compimento ciò che abbiamo promesso a Franco Summa, – ha ribadito Ottorino La Rocca, presidente della Fondazione Summa –  far rivivere la sua arte in maniera costante”. Il presiedente ha annunciato poi il premio Summa Ars, – PACU, Premio d’Arte Contemporanea Urbana, Franco Summa e Adina Riga.
Il premio internazionale è destinato a giovani artisti che presenteranno progetti per la riqualificazione dei luoghi urbani, spazi cittadini ma anche scuole, comunità e centri di attività sociali.

 

Il bando del Premio sarà divulgato nelle prossime settimane e i progetti selezionati saranno presentati durante il SUMMA ARS DAY che si terrà in autunno. Un’occasione di incontro tra arte e sociale, di progetti, novità e conferme, nel ricordo di uno dei grandi maestri dell’arte contemporanea italiana.

 

Immagine d’apertura: il maestro Franco Summa nel suo studio

© Riproduzione riservata


Altri articoli che ti potrebbero interessare: 

Henry Moore, disegni e sculture in mostra al Museo Novecento

La Galleria dell’Accademia di Firenze riapre con un nuovo allestimento


 

About Author

Comment here

undici − 11 =