Arte

Tra Mito e Futuro: a Urbino la tre giorni di ALETHÉIA – Il Festival Ideale

Per la prima edizione di ALETHÉIA – Il Festival Ideale, 85 artisti italiani si uniranno a Urbino per dare vita a un mondo che tutti dovremmo e potremmo scegliere


 

URBINO – Nella splendida cornice della città rinascimentale da venerdì 6 maggio fino a domenica 8 maggio, si svolge la prima edizione di ALETHÉIA – Il Festival Ideale.
Per tre giorni la città di Urbino si animerà di musica, installazioni video, animali immaginari e boschi visionari che prenderanno vita creando percorsi suggestivi tra mito e creazioni futuriste. E poi, improvvisazioni teatrali e simposi, concerti in un’atmosfera conviviale unica. Il tutto grazie agli innovativi contenuti del festival.

Il Festival

Luoghi magici si animeranno di luci e voci, parole ispirate e ispirazioni senza parole, poesia e messaggi in movimento.
La tre giorni di festival sarà all’insegna di allegria e tanta creatività grazie alla presenza di artisti che giungeranno da ogni parte d’Italia, incentivando la piena partecipazione della comunità. Per il festival 85 artisti, provenienti da varie parte d’Italia da nord a sud, si uniranno per dare vita al mondo che tutti dovremmo e potremmo scegliere.

Il tema 2022

Il Mito come comprensione del mondo, è il tema della prima edizione del Festival ideale. “ALETHÉIA celebrerà la poesia e il mito che risiedono nella sacra linea della verità, in un flusso in cui non vi sarà differenza tra chi osserva e chi è osservato, chi sosta e chi si muove, chi conosce e già sa, e chi ancora non sa” – spiega il direttore artistico Christina Magnanelli Weitensfelder.
“La visione è una testimonianza di futuro volontario, non è organizzata, non è documentata ma documenta, cerca di cogliere qua e là la consapevolezza dei suoi stessi creatori, e crea. Mai un punto di vista unico”. 

Dunque, una tre giorni per apprendere che la realtà è un meraviglioso specchio in cui chiunque può riflettersi e mutare per divenire uno spettatore protagonista o trasformarsi in albero, fiore, pietra di un meraviglioso palazzo rinascimentale.

Il progetto

Il festival è un progetto transculturale site specifico, pensato “su misura” per la città di Urbino. Il Comitato scientifico è composto da editori, designer, giornalisti e filosofi.
Una sorta di opera unica tra pubblico e autori, istituzioni, brand e commercianti.
Si tratta di un’opera collettiva che mette al centro l’uomo in rapporto con l’evidente necessità di Rinascita, sensazione tangibile in chiunque. 

 


Ti potrebbero interessare anche:

Luigi Ballarin a Sarajevo con la mostra “Magnifiche architetture”

Lo sport nell’arte: in mostra i ritratti di Andrea Starinieri

© Riproduzione riservata

Comment here

4 + quattordici =