Arte

Vibo Valentia: nasce il Museo Lìmen d’Arte Contemporanea

Federico Paris Calamarog

A Vibo Valentia inaugurato il Museo Lìmen Arte su iniziativa della Camera di Commercio che eleva a museo la sua galleria d’arte contemporanea

 

di redazione

VIBO VALENTIA – Dopo anni di Premio internazionale Lìmen Arte la collezione, formatasi di pari passo a questa iniziativa, della Camera di Commercio di Vibo Valentia si espande e diventa un Museo.
Adesso Vibo Valentia oltre al Museo nazionale Archeologico, che conserva preziosissimi reperti della Magna Grecia e di epoca romana, si fregia di un altra istituzione museale.
L’occasione che eleva la galleria della Camera di Commercio vibonese a Museo a tutti gli effetti è l’arrivo di oltre 50 nuovi lavori con cui va ad espandere la sua collezione.
Il logo e l’intera nuova veste grafica verranno svelati al pubblico durante la conferenza di presentazione, che si terrà proprio questa mattina al Complesso del Valentianum. Mentre l’appuntamento inaugurale è previsto per sabato 17 dicembre. I visitatori potranno ammirare, in una serata ricca di eventi, il nuovo allestimento del Museo Lìmen.
“Vorremmo che il Museo Lìmen crei un sistema, un circuito virtuoso intorno al quale far vivere la Città”, afferma Donatella Romeo, segretario generale della Camera di Commercio e Direttore del Museo Lìmen. La collezione Lìmen è ormai molto vasta, e questo ha permesso di sviluppare un progetto curatoriale che vedrà un continuo rinnovamento degli spazi espositivi, con mostre sempre nuove e collegamenti sorprendenti tra artisti.
Il 17 dicembre sarà anche l’occasione per esporre i 57 nuovi artisti che entrano ufficialmente a fare parte della collezione, selezionati dal professor Vincenzo Le Pera e dal giornalista Nicolas Ballario. Due delle nuove opere del Museo sono il provocatorio Ultimo accesso, del giovanissimo vibonese Giovanni Diano e il suggestivo Calamaro Gigante del noto artista Federico Paris.
L’inaugurazione sarà anche l’occasione per partecipare a una tappa del progetto di Paris “Ritratti a 1 euro”: chiunque potrà portarsi via un’opera dell’artista realizzata al momento e a una cifra simbolica. 

 

Riproduzione riservata

About Author

Comment here

19 − 19 =